::: - Vanillah - de.bug / 2013.05.02 - :::

Vai ai contenuti

Menu principale:

de.bug > 2013
Vanillah - de.bug / 2013.05.02
 
 
 
 
Eravamo giovani ma avevamo già i nostri miti. Anni veloci, favolosi e terribili, semplici ma entusiasmanti. Qualcuno ricorda l'epopea dei gr.B come il momento di massima espressione e spettacolarità nel mondo dei rally.
Io mi ricordo bene quelle macchine, mi ricordo quei piloti, quei miti.
Tour de Corse 1985

"Uno di noi", Attilio Bettega da Molveno incontra il suo tragico destino, sfiorato solo pochi anni prima sempre in Corsica.
Tour de Corse 1986

L'appuntamento con il destino è per Henri Toivonen e Sergio Cresto.
Un anno dopo. Stessa data. Stessa squadra. Stessa gara e stesso numero di gara. A volte il destino sa vestirsi di una tragica ironia ...
Miglioreranno, peggioreranno, ma dal 1986 in poi i rally non saranno più gli stessi. Io ero un ragazzo e già nell'estate del 1985 disegnai la 037 di Bettega impegnata nei suoi ultimi tornanti sull'isola maledetta. È stato un regalo per 'Icio Perissinot, mio conterraneo e già allora grande mito, anche per me.
Sono passati molti anni, sono riuscito a sedermi anch'io sul sedile di destra a leggere note in qualche rally. Nel frattempo anche 'Icio ci ha lasciato, strappato dal solito male incurabile e bastardo. E oggi, nell'ennesimo anniversario di quei due giorni terribili che decretarono la fine del gr.B consegnando alla gloria questi "ragazzi", ho avuto questa ispirazione ... per riunirli tutti e quattro insieme, ancora una volta impegnati in prova speciale.


Non vi dimenticheremo.

Mai.
English version
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu